Perche’ il token BNK e’ unico?

Come squadra, scegliamo sempre i risultati di sicurezza e di qualità per le decisioni veloci. Supportare i BNK come token ERC20 è sempre stato il nostro obiettivo, tuttavia, abbiamo deciso di dedicare più tempo a questo e di rilasciare una versione più avanzata del contratto intelligente basato su Ethereum. Questa versione più avanzata e sicura era necessaria a causa di una delle nostre funzioni speciali del token: i suoi possessori ricevono una quota di compartecipazione alle entrate nette settimanale. Quindi, il codice sorgente del contratto intelligente include la funzione di memorizzare i fondi delle commissioni settimanali. Tuttavia, questo è solo uno dei tanti motivi per cui i token BNK sono speciali tra gli altri sul mercato. Diamo uno sguardo più da vicino ai token BNK e ciò che li rende unici.

Perche’ il token BNK e’ unico?

Per spiegare il significato alla base del termine ERC20, in primo luogo, dobbiamo rivisitare cosa sia Ethereum. Ethereum è una piattaforma decentralizzata basata su blockchain con funzionalità di contratto intelligente (i contratti intelligenti sono essenzialmente contratti digitali autoeseguiti con i termini dell’accordo tra le parti direttamente scritti nelle righe di codice, ovvero un contratto intelligente per affittare un appartamento può essere programmato per fornire una chiave digitale solo dopo aver pagato l’affitto). Proprio come Bitcoin, ha la sua valuta nativa chiamata Ether. Tuttavia, la blockchain di Ethereum è unica in quanto può supportare anche più token diversi. La maggior parte dei token di Ethereum segue i protocolli ERC (Ethereum Request for Comment), il più diffuso dei quali è ERC20. ERC20 definisce uno standard costituito da alcune funzioni obbligatorie che il contratto intelligente deve implementare affinché il token sia considerato un token ERC20 e funzioni sulla blockchain di Ethereum. Avere uno standard comune rende facile per gli scambi di criptovalute e portafogli supportare i token ERC20, in quanto devono solo implementare l’interfaccia ERC20 una volta e saranno in grado di supportare tutti i token basati su Ethereum, a patto che i token aderiscano allo standard. Non è necessario scrivere un codice personalizzato per supportare ogni nuovo token. Questo rende i token ERC20 molto popolari tra piattaforme di trading e portafogli di criptovaluta ed è la ragione per cui la maggior parte dei contratti intelligenti al giorno d’oggi sono compatibili ERC20. Tuttavia, lo standard ERC20 non è impeccabile. Pertanto, abbastanza recentemente, un nuovo e migliorato standard per i token Ethereum, denominato ERC223, è decollato.

ERC20 vs ERC223: qual’e’ la differenza?

ERC223 supporta tutte le funzionalità di ERC20, il che significa che i servizi che funzionano con i token ERC20 funzioneranno correttamente anche con i token ERC223. Tuttavia, allo stesso tempo, lo standard ERC223 risolve il problema principale dello standard ERC20. Ad esempio, supporta la funzione per rifiutare le transazioni inviate a indirizzi di contratto casuali, quindi i tuoi fondi non andranno persi se hai inviato per errore una transazione a un indirizzo sbagliato.

Prima della ICO, avevamo già lavorato al codice sorgente BNK, ma avendo riconosciuto i vantaggi del nuovo e più sicuro standard ERC223, abbiamo deciso di adattarlo ai token BNK. Ciò garantisce che i nostri token siano supportati in tutti i servizi che supportano i token ERC20 e gli utenti saranno in grado di usufruire delle funzionalità aggiuntive offerte dallo standard.

La terra del non perdono

Una vasta gamma di ICO distribuisce ogni anno centinaia di nuovi tipi di gettoni basati su Ethereum. Molti di questi token sembrano stranamente familiari l’uno con l’altro e non offrono alcuna funzionalità se non quella di abilitare un crowdsale. Inoltre, spesso tagliano gli angoli quando si tratta di sicurezza. Il nostro team, tuttavia, considera la sicurezza come una priorità assoluta. Per capire perché la sicurezza è così importante quando si tratta di contratti intelligenti e la complessità della protezione del contratto intelligente, è innanzitutto necessario comprendere alcune specifiche di base dei contratti intelligenti di Ethereum.

Iniziamo con il processo di creazione del contratto. Per creare un nuovo contratto intelligente, dobbiamo prima sviluppare il codice sorgente. Una volta preparato il codice sorgente, viene inviata una transazione e al contratto intelligente viene assegnato un indirizzo. È così che otteniamo il contratto intelligente che consentirà al nostro token di essere pienamente funzionante sulla blockchain di Ethereum. Tuttavia, questo è dove diventa complicato. La maggior parte (se non tutti) dei progetti software richiede aggiornamenti costanti, miglioramenti e correzioni di errori. I contratti Ethereum non fanno eccezione, ma attualmente non esiste un modo per aggiornare un contratto Ethereum senza crearne uno nuovo – e crearne uno nuovo significa che gli viene assegnato un nuovo indirizzo (diverso). Quindi, l’unica soluzione rimanente è ottenere il codice giusto la prima volta. Se vengono lasciati dei bug di sicurezza nel codice sorgente e viene sfruttata una falla di sicurezza, possono verificarsi numerosi problemi. Ad esempio, un tale attacco potrebbe essere in grado di drenare tutti i fondi dal contratto. Questo è il motivo per cui sono stati necessari molti sforzi di sviluppo e tempo prima di avviare il contratto token.

Inoltre, il contratto intelligente BNK è diverso dagli altri contratti intelligenti di token e c’è una ragione importante dietro a questo. Ogni settimana, Bankera paga una commissione settimanale per i titolari di token BNK – che è costituito dal 20% delle entrate transazionali nette di Bankera e SpectroCoin. Una volta avviati i token BNK ERC223, i titolari di token BNK potranno richiedere la loro commissione settimanale tramite il contratto smart Ethereum se decidono di ritirare i loro BNK dai loro portafogli SpectroCoin. Ciò significa che, a differenza della maggior parte degli altri contratti di token ERC, il contratto intelligente BNK deve essere progettato per immagazzinare Ether. Poiché il contratto conterrà i fondi della commissione settimanale, è essenziale garantire la sicurezza del contratto.

Bonta’ del bug del codice sorgente di Bankera

Per garantire che nel contratto intelligente BNK non vengano trascurati vizi di sicurezza, il contratto è stato sottoposto a revisione da parte di un gruppo esterno di esperti. Gli esperti hanno concluso che non sono state trovate scappatoie nel contratto intelligente BNK. Un ulteriore audit privato è stato eseguito dal nostro team IT per implementare i miglioramenti suggeriti durante l’audit iniziale.

Ora, poiché questa fase è già stata completata, il contratto intelligente è disponibile per i test pubblici da parte dei nostri contributori. Per testare il codice sorgente BNK stiamo annunciando un bug bounty. Per partecipare al premio, visita semplicemente la nostra pagina GitHub in cui abbiamo pubblicato Il codice sorgente del token BNKSe si rilevano potenziali rischi o problemi nel codice, si prega di segnalarli a [email protected] o inviare il problema su GitHub. I membri della comunità che identificano e informano sui bug saranno idonei a ricevere premi monetari.

Quali sono le prospettive per Bankera

Stiamo anche lavorando per abilitare il ritiro dei gettoni e la funzionalità di deposito su SpectroCoin. Quindi, una volta che la versione definitiva del codice sorgente BNK è stata lanciata, i possessori di BNK potranno ritirare i propri token nei portafogli compatibili ERC20 ed ERC223, depositarli nuovamente su SpectroCoin, nonché rivendicare i ricavi transazionali netti settimanali attraverso il contratto intelligente Ethereum .Tuttavia,i titolari di token che possiedono piccole quantità di BNK potrebbero dover attendere prima di riscuotere una quantità significativa di entrate transazionali nette settimanali per ritirarla. Poiché i token ERC223 utilizzano etere per “gas” per inviare transazioni, non è economicamente conveniente ritirare piccole quantità di commissioni settimanali. Gli utenti che scelgono di mantenere i loro token BNK su SpectroCoin continueranno a ricevere le loro commissioni ogni settimana sui loro portafogli SpectroCoin Ethereum.

Dopo il lancio del codice sorgente di ERC223, i token BNK colpiranno anche gli scambi di criptovalute, tra cui HitBTC, SpectroCoin, e Bankera’s exchange. Maggiori informazioni sugli scambi e sui prossimi passi di Bankera sono disponibili nel nostro blog.

Una volta che il codice sorgente di ERC223 è stato finalizzato e ha raggiunto gli scambi, il nostro team IT si sposterà a supportare i token BNK come NEM Mosaics. Questo darà ai nostri possessori di token la possibilità di scegliere se vogliono mantenere i loro BNK nei portafogli compatibili ERC20 / ERC223 o NEM Mosaic. Pertanto, saranno in grado di decidere se vorrebbero ricevere la commissione settimanale nelle valute ETH o XEM. Tuttavia, i possessori di token devono scegliere in anticipo la loro blockchain preferita poiché, una volta spostati i token nei portafogli compatibili ERC20 / ERC223, i token saranno riconosciuti come elencati sulla blockchain di Ethereum e i possessori di BNK non potranno passare alla blockchain NEM successivamente.

Ricordati di seguirci durante questo entusiasmante viaggio nei nostri canali di social media. A presto per i prossimi aggiornamenti!